la via italiana c’è!

Circa un mese fa si è svolto un incontro sull’appennino piacentino rivolto a tutti gli organizzatori di trail e ultratrail italiani. lo scopo? una via italiana al trail. qui i prodromi.
un piacere saperli, tutti, seduti a un tavolo. finalmente.
e ovviamente nessuna diatriba. il tormentone del campionato italiano di ultratrail che tanto fece infiammare gli organizzatori dell’Utmb forse è stato già metabolizzato :)
Ottimo il documento finale che potete scaricare dal sito Spirito Trail e che esprime gli Intenti assoluti del trail. non si tratta infatti di leggi o regole che si devono rispettare né troverete alcun corollario di pene corporali da applicare ai malvagi che le trasgrediscono. è descritto il modus operandi del trail, che per noi può essere implicito nel nome stesso, ma per qualcuno non lo è, o non lo era.
Ben fatto!

Annunci

7 pensieri su “la via italiana c’è!

  1. L’importante non è far bene le leggi… è applicarle.
    Certo un buon documento è una base… ma conserva un po’ di scettismo…aiuta !

  2. L’importante non è far bene le leggi… è applicarle.
    Certo un buon documento è una base… ma conserva un po’ di scettismo…aiuta !

  3. lo scetticismo lo conservo verso chi ci propone dogmi e certezze.
    Qui hanno invece messo su carta le modalità del trail. nessuna imposizione, nessun paletto.
    cose che un trailer ha nel sangue senza bisogno di certificati, ma visto il boom è bene ripetere. e altrettanto bene che ciò provenga da tutti gli organizzatori italiani.

  4. lo scetticismo lo conservo verso chi ci propone dogmi e certezze.
    Qui hanno invece messo su carta le modalità del trail. nessuna imposizione, nessun paletto.
    cose che un trailer ha nel sangue senza bisogno di certificati, ma visto il boom è bene ripetere. e altrettanto bene che ciò provenga da tutti gli organizzatori italiani.

  5. Secondo me sono ottime linee guida, e credo servano come il pane. Credo che nel prossimo quinquennio si moltiplicheranno le gare trail su tutte le distanze, e quindi ben venga questo decalogo (magari da personalizzare, ma il senso è quello). Se aumenteranno le gare, aumententeranno i trailer e a molti verrà voglia di organizzare nuovi trail… e se chi organizza non è un trailer di buona esperienza si rischieranno arrosti (gente che si perde, pessima gestione dei rifiuti, percorsi troppo bituminosi, tempi massimi assurdi…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...