White Christmas.

Avrei potuto pubblicare solo un bel link, ma no. Stavolta più parole si scrivono, più segni e semi restano nella rete meno si corre il rischio di rimanere disinformati. Dalla Banda di radiopop.

Proprio non mi va giù che la vicenda di Coccaglio venga derubricata a fatto di  folklore locale, deprecabile si, ma pur sempre folklore. Se eravate distratti il comune di Coccaglio ha lanciato l’iniziativa “White Christmas” per un natale senza immigrati. Trattasi nel concreto di un rastrellemento  affidato ai vigili urbani che dovranno stanare casa percasa gli immigrati clandestini in vista del natale. Una sorta di pulizia etnica preventiva per celebrare incontaminati quella che il locale assessore leghista Claudio Abiendi definisce “la festa della nostra identità”. Mi spiace, ma quì il folklore non c’entra niente. Non c’è rozzezza culturale che tenga, nè intolleranza strisciante. Dietro al candore di un claim come “White Christmas” c’è un onda razzista che ha rotto gli argini, c’e una radice xenofoba così solida e profonda da gemmare impunita in quell’Alabama minore che rischia di diventare il nord est. Roba da “Mississipi Burning”, da Ku Klux Klan intinto nella grappa. Sindaci con lo spadone,  scarpe grosse e cervello in pappa, affetti da bullismo istituzionale, compiaciuti della stessa ironia spregevole con cui gli schiavisti sibilavano “Martin Luther King Kong”. Quello che è accaduto a Coccaglio è disgustoso. Punto. Si è seminato odio ed è tempo di raccolta. In quella vandea che agita crocefissi nel vento della risorgenza cristiana. Evocando l’arianesimo della notte di natale.

la banda|radiopopolare

e sempre sul tema, Naima scrive

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...