568

A volte mi sento sovrastato da quanto c’è là fuori. Non solo gli avvenimenti e le persone. Cioè, anche quelli, ma non solo.
Da giovane sapevo di essere inferiore a eventi, idee, questioni e ovviamente anche individui. Quindi, per recuperare, divoravo praticamente tutto. Recupero chiaramente già perdente prima di cominciarlo. E ciò mi frustrava. Più leggevo, più ascoltavo, più restavano robe da fare, robe nuove.
Ora sono passati gli anni e non mi sento più inferiore a nessuno (oddio… qualcuno lo potremmo trovare), però c’è la Rete. E quella sensazione appare ogni tanto; quanto ponderosa lo potete capire. E quando appare capisci che non sei, né sai, una sega. Che per quanto ti sforzi avrai solo un orticello di conoscenza. E niente di più.

Questa cosa mi entusiasma adesso. È un chiaro segno dell’avvento della vecchiaia, vero?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...