866

Un contorno dell’uichend elettorale. A parte che il tempo atmosferico si è giustamente adeguato al mio umore. E lo ringrazio. Che ieri sera, facendo una passeggiata, mentre vedo fiorellini su peschi, prugni, albicocchi e ogni altro albero che potete immaginare con dei bei fiori in questa stagione, mi domando se questa bellezza non sia un po’ troppa per la grettezza delle persone che ci abitano.
Stamattina faccio due chiacchiere con alcuni. Una, che non considero certo una cima e nemmeno si interessa di qualcosa una volta chiuso il settimanale Gente, mi dice che non capisce: tutti si lamentano e votano i partiti che governano.
Già, qualcosa non quadra, e non è che serva la laurea per capirlo.
Un altro, sicuramente invece molto acuto, mi fa, indicando, un autista con il turbante (nel senso del copricapo) che quelli con quelle facce lì un giorno li cacceremo tutti. Gli specchi costano, è evidente.
Quella dei non italiani, non europei, non comunitari, sembra peraltro la fissa di tutta una schiera di persone. Sapete perché abbiamo votato il sole delle alpi (mala tempora, un giorno era il sole che ride, e verdi pure quelli), non c’è da stupirsi con tutti questi stranieri. Ok, a me piace la matematica sebbene difetti di prontezza, ma questa equazione mi risulta ostica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...