1212

è tardi, come al solito e come da tempo. La pigrizia mi sta conquistando, il massimo del lusso, eterno e durevole. Però, intanto che l’equilibrio arriva, mi ritrovo a sudare per la fretta, per non dimenticare nulla, per arrivare in tempo.

E , ovvio, nel trambusto smarrire quel senso di compiutezza dell’essere senziente che cinque minuti fa aveva il mondo sotto il suo controllo, sul divano.

Almeno ho passato un bella serata tra calici di Groppello e Bardolino scambiati (fini intenditori noi). Mi ha sollevato quell’alone di disorientamento che si è steso durante la settimana. Il resto, groviglio di pensieri come matasse di fettucce passate nella lavatrice, resta, ma non chiedevo altro che qualche leggerezza in più. Richiesta accolta e ringrazio.

Oggi è una giornata stupenda di inizio autunno di quelle che amo. e vorrei volare sui prati sentendo l’aria frizzante avvolgermi la schiena e il viso.

No. invece adesso è davvero tardi e oggi non ho più tempo.

Annunci

2 pensieri su “1212

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...