1216

Capita anche a voi?
Addormentarsi presto. Quindi ad un certo punto svegliarsi, sentire trambusto per le scale, gente che parla, auto accese in cortile. Nel torpore del sonno pensare che il giorno si è svegliato senza sole stavolta. Ma quanto tempo ho dormito? L’ultima cosa che fai, peraltro l’unica razionale da fare, sarebbe guardare l’orologio. Invece ti arrovelli su cosa accada al mondo intorno perché quello che ruota intorno a te è il tuo mondo e il resto è lontano, al di là della vicinanza che può istigarti il web e le reti sociali.
Ti avvicini alle persiane. O è la fine del mondo o è davvero ancora notte. Anche se ti pare di avere dormito mille ore e di essere riposato e pronto per rimetterti i panni di sempre.
Vedi pantaloni gialli fluo, bande catarifrangenti, Cominci a mettere in moto il cervello. Pensavi che la gente stesse per evacuare di fronte ad un ipotetico cataclisma. Invece è solo notte fonda, una vecchia è stata male e ha chiamato il soccorso. E ti guardi intorno in cerca di un orologio. Ti guardi intorno e la gente dorme ancora, in un sonno profondo.
Il mondo sta rotolando come prima, allo stesso modo.
Prendi un libro, una coperta, ti metti sul divano. Attendi che le righe pesino sulle tue palpebre.
è tutto un po’ stretto, la stanza, il divano, il silenzio ritornato, l’ora, il libro che hai sotto gli occhi.
Stretto.

Annunci

Un pensiero su “1216

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...