1574

Partita o freddo o chissà cosa altro. Fuori non c’è nessuno. Nebbia che avvolge tutto. Un eternauta senza tuta o respiratore, mi immagino di essere mentre cammino sui marciapiedi umidi.
Le labbra screpolate mi bruciano.
Eppure non ho nessun pensiero negativo, perché a me questa solitudine immaginaria e ricercata riempie. Gonfia tutte le cose che ho in mente, i miei progetti, le mie aspirazioni. Mi sento vivo, l’unico, nella nebbia che mi separa dalle altre vite.

Abito la mia tristezza, e ciò mi rende felice. Tutto ciò che mi impedisce di abitare la mia tristezza, mi è insopportabile

Ora però rientro. Che si ghiaccia pure il sangue e il respiro si fa vapore

Annunci

Un pensiero su “1574

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...