1762

La strada, il suo pavimento di porfidi antichi e consunti e arrotondati, mi racconta di miliardi di passi. E storie.
Storie che consumano. Storie che hanno lasciato un segno, minimo.
Vorrei avere la sensibilità necessaria per essere un pezzo di porfido.

Via Mura

Annunci

2 pensieri su “1762

  1. Sicuro di voler essere un pezzo di porfido?
    Conosco intere generazioni di posatori di porfido. Figli dei figli dei figli dei figli dei figli. Lavoratori indefessi ricurvi a terra 25 ore al giorno a creare ogni volta le più bizzarre geometrie in luoghi dove la Storia è passata e ha lasciato il suo segno. Bene.
    La Storia recente mi ( ci ) dice che probabilmente mezza umanità stramaledirebbe i cubetti di porfido : l’esercito della terza età dall’andatura assai precaria ( con o senza bastone ), la categoria delle super vamp tacco ventitrè, gli ultra nostalgici delle infradito-espadrille-babbucce. Tutti incappati- loro malgrado – nel fatidico cubetto instabile o, peggio ancora, cubetto mancante.
    Hai mai pensato di voler essere una bella pietra levigata della Appia Antica ?

  2. tu pensa solo alla cura con cui il posatore ha trattato ogni singolo cubo di pietra. Cura forse nemmeno riservate alle sue stesse amanti. e poi così sistemato e curato, il cubo ha raccolto i passi di generazioni. e le loro storie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...