1831

Mi piace vestirmi nel buio di notti insonni e camminare per le vie vuote del paese. Lo sapete.
L’altra notte, circa le due, gradi sottozero, prendo la giacca e scendo lungo il fiume su prati ghiacciati che sembra di camminare su patatine.
Poi torno sulle strade. Da lontano sento urla, avvicinandomi vedo un tizio ubriaco sbraitante. Accanto la sua ragazza, presumo. Oddio.
Lui la insulta, lei cerca di calmarlo. È alterato parecchio, bestemmie e coglioni e cazzi escono dalla sua bocca.
Gli passo accanto, lui continua incurante dello spettacolo. In un istante io e la ragazza ci incrociamo gli occhi. Un istante in cui ho cercato di dirle di mollarlo lì, quel coglione.
Poi rientro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...